Il pane integrale fa bene

Il pane è un elemento fondamentale per la nostra nutrizione quotidiana, siamo abituati storicamente a mangiare pane e mangiare anche in grosse quantità, questa abitudine però viene meno negli ultimi tempi con lo scoppio dei problemi di intolleranza al glutine.

Scegliere di mangiare pane integrale vuol dire sostituire nell’alimentazione i cereali raffinati con i quali vengono realizzati il pane comune e/o il pane che troviamo a basso prezzo.

Esistono dei reali benefici in questo cambiamento di rotta che consiste nel mangiare integrale oppure i cibi integrali vengono sopravvalutati?

Approfondiamo insieme quest’argomento e scopriamo se mangiare pane integrale semplice, pane integrale ai cereali o pane ai cerali fa bene.

Il pane integrale fa male?

A tali interrogativi si potrebbe rispondere semplicemente e con immediatezza che una dieta integrale è la scelta migliore da fare. In effetti è così, il pane integrale fa bene, senza ombra di dubbio. Nonostante ciò è importate conoscere meglio questo alimento per assumerlo in maniera corretta e consapevole.

La domanda mirata da porsi per capire è dunque: “Perché dovrei sostituire il pane bianco?”. Di sicuro le fibre presenti nel pane integrale sono un buon alleato per la salute dell’intestino, eppure limitare tali grani alla fibra è alquanto riduttivo. Questi infatti posseggono qualità importanti spesso sottovalutati.

Basta guardare la percentuale dei consumi italiani che rispetto alla media europea è molto bassa. Si tratta del 5% a fronte del 50% dei paesi scandinavi, per esempio. Numeri che mostrano quanto il pane integrale non sia particolarmente amato e, di conseguenza diffuso, in Italia.  

In Italia il pane Integrale era molto diffuso negli anni 60, dove la raffinazione delle farine non era assolutamente di moda e dove molti ingredienti del pane integrale venivano da esigenze economiche, si univano alla farina bianca altre miscele di farina che avanzavano da altre lavorazioni e che fornivano ai contadini un pane ad un prezzo contenuto.   

Ecco i benefici del pane integrale

Spesso sentiamo enunciare che il pane integrale fa ingrassare. Nulla di più falso in questo enunciato. Non a caso è consigliato a chi ha problemi di sovrappeso perché è capace di aumentare il senso di sazietà grazie ai cereali contenuti.

Inoltre, vi è un assorbimento di grassi e zuccheri semplici, procedimento che controlla i valori glicemici in aumento.

Ma torniamo alle fibre, componente essenziale del pane integrale, a cui abbiamo accennato nel precedente paragrafo. Esse sono molto importanti proprio perché sono in grado di prevenire lo sviluppo di malattie interne all’apparato gastrointestinale, oltre a favorirne una quotidiana regolarità, sempre se assunte con moderazione onde evitare eventuali controindicazioni in caso di eccesso.

L’abuso di pane integrale, infatti, può provocare gonfiore addominale con flatulenza e una riduzione dell’assorbimento di sali minerali come zinco e calcio da parte dell’organismo.

Attenzione anche quando ci si chiede se il pane integrale mulino bianco fa male. Non è un alimento pericoloso, ma sono nocivi il glutine aggiunto e il conservante alcol etilico. Meglio preferire sempre il pane integrale ai cereali di provenienza biologica e di produzione artigianale, se proprio non potete recarvi ogni giorno a comprare il pane integrale potete benissimo metterlo nel vostro congelatore e tirarlo fuori quando vi serve.

Pane integrale a lunga lievitazione

Il pane integrale a lunga lievitazione è pane rustico tra i migliori in commercio ed è caratterizzato da una bassa quantità di lievito, ma è meglio assicurarsi che sia 100% integrale e non misto.

Qualora fosse difficile reperirlo si può scegliere del pane integrale fatto in casa, oppure del pane ai 5 cereali. La farina ai cereali contiene: grano saraceno, quinoa, miglio, farro e grano. Un mix carico di fibre, vitamine e sali minerali.

Visto il suggerimento di farlo in casa, diamo un’occhiata a una ricetta per realizzarlo con facilità e genuinità all’interno delle mura domestiche.

Come fare il pane integrale

Gli ingredienti per il pane integrale sono:

– Farina integrale 500 g;
– Acqua 300 ml;
– Lievito di birra 10 g;
– Olio evo 3 cucchiai;
– Sale 10 g.

La modalità per l’impasto può essere quella classica a mano oppure in un’apposita impastatrice per pane o robot da cucina, ormai quasi tutti hanno programmi per realizzare del pane e del pane integrale.

Concludiamo il nostro approfondimento fornendo anche i valori nutrizionali del pane integrale per 100 g:

– Proteine 12,95 g;
– Calorie 247 Kcal;
– Zuccheri 5,57 g;
– Carboidrati 41,29 g;
– Grassi 3,35 g;
– Saturi 0,747 g
– Colesterolo 0 g;
– Monoinsaturi 1,597 g
– Polinsaturi 0,6 g
– Sodio 472 g;
– Fibra alimentare 6,8 g.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *