Macchine per impastare il pane

macchina per impastare il pane

Per la lavorazione dell’impasto del pane sono presenti in commercio quelle che sono considerate “macchine per fare il pane”.

Si tratta di macchine impastatrici, con il supporto delle quali, si possono ottenere buoni risultati sia in contesti domestici che professionali.

Tuttavia, pur sembrando relativamente immediate e semplici da usare, per ottenere pane di buona qualità non è sufficiente solo una macchina impastatrice con determinate caratteristiche tecniche, ma bisogna usare delle ricette pensate per il macchinario il questione, senza le quali i risultati potrebbero essere deludenti.


Quale macchina impastatrice acquistare

Prima di approfondire la questione dell’impasto, argomento che necessita di un approfondimento specifico, è bene porre l’attenzione su quale macchina per impastare risponde alle nostre esigenze, prima di sceglierne una per l’acquisto.

In commercio vi sono svariate macchine per fare il pane e destreggiarsi non è affatto semplice. Prima di tutto, è necessario sapere cosa dovremmo farci con l’elettrodomestico che stiamo per acquistare, o meglio, definire se il nostro uso è domestico o professionale.

Chiarito questo imprescindibile dettaglio, si può dare un’occhiata ai prodotti disponibili on line, oppure ci si può recare direttamente presso qualche negozio specializzato o in un centro commerciale. Ma il dubbio, davanti alla vasta offerta persiste, soprattutto se non si hanno competenze tecniche.

Ecco, quindi un breve elenco che può esserci d’aiuto, grazie al quale possiamo conoscere le caratteristiche fondamentali che una macchina per fare il pane di buona qualità deve necessariamente avere:

– Coperchio paraspruzzo, una componente utile non solo a evitare di sporcarsi, ma anche per la sicurezza;

– Stabilità della macchina per impastare il pane. Meglio accertarsi che l’impastatrice sia stabile onde evitare ribaltamenti e tremori in fase di funzionamento;

– Presenza delle fruste. È buona abitudine controllare che in dotazione ci siano tutte le fruste necessarie per il corretto funzionamento dell’impastatrice pane;

– Sospensione dell’apparecchio quando il bracciolo viene sollevato. Preferire macchine per il pane che si fermano quando il bracciolo viene sollevato;

– Evitare i modelli di impastatrice pane che hanno un peso inferiore ai 4 kg, questi essendo troppo leggeri non assicurano una stabilità necessaria.        


Realizzare un buon impasto per pane

In fatto di ricette, la questione dell’impasto per pane può farsi particolarmente complessa. C’è chi segue il ricettario incluso nell’impastatrice pane, chi custodisce quella della nonna, oppure chi si diverte a sperimentare con moderni libri di cucina.

Tutto ciò però dovrebbe avere in comune un aspetto necessario: il metodo. Non basta pesare gli ingredienti, inserirli nel contenitore e premere start. Questi vanno inserti in un certo ordine: prima gli ingredienti liquidi e poi tutti gli altri.

Il lievito bisogna porlo al centro, diviso in quattro pezzetti, lo stesso vale per burro o margarina, laddove ci fosse l’esigenza di usarlo per tipi di impasto differenti da quello per il pane. Infatti, la macchina per fare il pane può essere utile anche per realizzare altri prodotti, quali i biscotti e le brioche.

Quando l’impasto per pane o per dolci è pronto, bisogna prestare attenzione a non estrarlo velocemente; meglio farlo riposare con il coperchio alzato. Dopo circa un quarto d’ora lo si può estrarre aiutandosi con presine o spatole.

L’estrazione non è affatto difficile, basta scuotere leggermente la pasta e tirarla su. Dopodiché servendosi di un apposito piano da lavoro – anche un tagliere va più che bene – sarà possibile lavorare i panetti.       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *